Essere o non essere?

Il tema proposto da http://genitoricrescono.com/ per il mese di Gennaio, mi sta molto a cuore sia come persona che come genitore: essere o apparire (http://genitoricrescono.com/tema-del-mese-essere-vs-apparire/)?

Ero alle superiori negli anni ’80 quando tutti hanno iniziato a sentire il bisogno di leggerezza dopo le grandi sfide del decennio precedente: i giovani sembravano assetati di divertimento, di bellezza fine a se stessa, di facilità. Essere leggeri, belli, disimpegnati impiegando il proprio tempo nel divertimento ci ha fatto crescere attenti a ciò che si nota di primo acchito, meno interessati alla sostanza delle cose. Non per tutti era così, non sempre, ma insomma il quadro generale era questo.

In quegli anni si è fatta strada, prepotente, anche l’idea che tutti potessero arricchirsi: ogni cosa sembrava facile.

L’incontro di soldi e leggerezza ha creato il mito dell’apparenza come unica via possibile per … essere qualcuno!

Ora io ero là, in mezzo a tutto questo e non posso dire di non aver subìto questa atmosfera: anch’io sono figlia del mio tempo.

Ma in questo tempo non sono mai stata completamente a mio agio e la solidità dei miei genitori, mi ha permesso di non tagliare il filo sottile che mi legava al mio essere. Questo filo con il passare del tempo ha ripreso vigore ed è diventato più grosso, più robusto e mi ha aiutato a non perdere di vista quello che sono, come le corde aiutano lo scalatore.

Nel bel mezzo dei miei 40 sono ora consapevole che l’apparenza sia l’illusione di uno specchio magico, ma so che questo specchio è seducente.

Tenere in rotta se stessi non è facile, ma disegnare una rotta per i figli è estremamente più difficile: andrà bene per loro ciò che ho scelto per me? Può andar bene per uno di loro e non per l’altro?

Sono solo snob a non voler cedere all’apparenza o questo ha un valore vero che li renderà persone migliori?

Io non lo so.

Cerco di proporre sostanza, di scegliere qualità e di educare alla gentilezza di modi e di pensiero.

Comunque sia, per non saper né leggere né scrivere, a Natale sotto l’albero c’era una collezione di De André.

Questo post partecipa al http://genitoricrescono.com/blogstorming/

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Essere o non essere?

  1. Pingback: Bling Ring | ognigiornotuttigiorni

  2. Pingback: Cambiamento /1 | ognigiornotuttigiorni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...