Liaisons dangereuses

 

Nonostante l’età non più verde, sono ancora un’incredibile naif:  priva di tecnica, genuina e primitiva.
Ancora guardo il mondo fuori di me come se corresse sulle stesse mie corde, ancora sento il mondo fuori di me come se fosse quello che vedo. Ancora guardo le persone come potenziali amici, come se fossero… naif.
Ma.
Ma io e il mondo non suoniamo la stessa musica, io e le altre persone non parliamo la stessa lingua. Non sempre, ma spesso.
Se faccio parte di un gruppo qualsiasi e questo gruppo decide che una certa cosa non si fa, per me questa cosa non si fa. Per molti invece questo “non si fa” è opinabile e diventa “il gruppo non la fa, ma io come singolo la faccio”. In un film il protagonista direbbe “quale parte del non si fa non ti era chiara?”, nella vita reale a me scatta a vuoto un relais nel cervello e semplicemente non capisco. E quando non capisco, mi innervosisco e quando mi innervosisco divento più strana del solito.
Perché alla fine i commenti che faccio ad alta voce sono l’elaborazione di un migliaio di pensieri variamente associati tra loro che però all’atto dell’espressione risultano essere a un livello superiore rispetto al punto di partenza: penso, elaboro, astraggo e arrivo a parlare per princìpi, magari.
A questo punto il gruppo s’è perso, un po’ anche perché magari tutti questi princìpi non sono proprio all’ultima moda.
Le persone non sono naif, questo è il principio numero 1 della sociologia moderna: le persone sono mediamente individualiste e agiscono per perseguire un fine; non c’è rimasto quasi nulla di genuino e primitivo nelle persone, le loro parole non hanno un significato univoco, ma si caricano di non-detto, celano mondi a volte completamente altri.
Il mondo non è naif, questo è il principio numero 2 della sociologia moderna: il mondo rimane in equilibrio perché gira vorticosamente intorno a complesse e artefatte interazioni multilivello, solo alcune delle quali palesi ed evidenti.
Ad occhi naif quindi genuini e primitivi tutto questo appare come una nebbia fitta.
Io manco anche totalmente di tecnica, cioé se intendo dire “bianco”, dico “bianco” mentre modernità vorrebbe che per dire “bianco” io dicessi “nero” oppure meno espressionista, ma più sottile “chiaro tendente al latte, ma non intero”.
La tecnica, la tecnica! E’ tutto oggi: c’è quella per essere accettati in certi ambienti, c’è quella per adulare chi pensiamo ci possa servire, c’è quella per farci apparire migliori di quello che siamo, c’è quella ci fa credere alle menzogne che raccontiamo.
Ché quando si mente a qualcuno e si sa che questo qualcuno sa che questa è una menzogna, il viso del bugiardo non esprime alcuna vergogna: sostiene imperterrito lo sguardo, non arrossisce e è a proprio agio.
Io non ho tecnica, improvviso la verità, non mento e arrossisco se qualcuno mente a me (!), sembro quello che sono, sono primitiva.
E dunque la gestione ordinaria dei gruppi in cui capito è alquanto shabby, per così dire, improvviso tutto senza sapere dove andare a parare e se ho un obiettivo, generalmente, lo dichiaro (ahi!).
E ieri ho gestito una situazione ordinaria in un gruppo in cui sono capitata (e da cui non posso uscire) con il mio solito stile: dichiarando genuinamente ciò che penso (ovviamente pensiero controcorrente), commentando primitivamente eventi socialmente scorretti (ovviamente reputati utili e quindi ammissibili), senza la minima tecnica (ovviamente usando le parole che significassero il mio pensiero senza pensare di dover blandire qualcuno).

La mancanza di vergogna, la spudoratezza è la marca principe di questi tempi grami che va a braccetto con una notevole mancanza di rispetto per gli altri. Però!

 

 

Annunci

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...