La Tempesta

Stamattina mi sono alzata e mi sentivo così, di questo colore. O meglio mi sentivo pesta come se avessi passato la notte lì, in mezzo ad una tempesta, sbattuta di qua e di là, lottando per vivere e senza la speranza di potercela fare.

Il cuore a mille, come se la tempesta mi fosse entrata dentro e non volesse smettere più.

Ero senza energia, con fatica mettevo in fila le cose da fare e le parole da dire.

E la cosa peggiore era non trovare, oggettivamente, un motivo contingente per tutto ciò.

Certe mattine è così, difficile ricominciare tutto daccapo, guardare di nuovo in faccia la vita, senza perché, solo perché.

Le questioni pubbliche e quelle private spesso si intrecciano ed esplodono, come i bassorilievi romanici, un po’ truci, tozzi e primitivi, diventando un retropensiero incosciente ma vivissimo.

Poi mi sono concessa il tempo per placare la tempesta, a casa da sola, silenziosa, a ripetere i gesti quotidiani, come un mantra tranquillizzante e a leggere angoli di rete positivi, di colori chiari e sereni, pezzetti di vite che non indugiano al buio, ma cercano ostinatamente la luce.

Ho cercato là dove sento la convinzione a vedere ciò che di grande c’è nel piccolo, là dove gesti e parole hanno un significato e ne danno alla giornata.

E’ questo che mi piace della rete: trovare esattamente ciò di cui ho bisogno nel momento esatto. Trovare storie, vite, percorsi uguali o diversi che accompagnano la mia storia, la mia vita, il mio percorso, confortandoli o spronandoli, facendoli sembrare ridicoli o condivisi, ma sempre, mai unici e strani.

La tempesta si è calmata, è tornata la bonaccia e sono spuntate altre persone all’orizzonte.

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a La Tempesta

  1. Ilaria ha detto:

    Ho presente quella sensazione! E davvero i gesti più quotidiani ed automatici, se ci si abbandona con consapevolezza, fanno bene. La fretta e i milioni di pensieri invece non aiutano per niente! Brava che sei tornata serena!

  2. Pingback: Le persone che vorrei essere | ognigiornotuttigiorni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...