Lo scaffale de La Filosofa

Un fantasy di una giovane scrittrice italiana, molto apprezzata direi…

Il Libro del Destino-L’erede di Ahina Sohul

Autore: Elisa Rosso

Casa Editrice: Piemme

Nelle terre di Nadesh, il re Pseudos governa a seguito della morte del re Galwin e di tutti i suoi eredi, attaccati dagli amorphos. Nessuno però sa che è stato Pseudos ad uccidere il re, ed ha provveduto all’eliminazione della regina e dei suoi figli.

Ma non tutti sono morti: la regina è riuscita ad affidare il suo figlio più piccolo ad un oste, che l’ha consegnato ad una famiglia del villaggio di Batilan. Bedwyr, chiamato così dai nuovi genitori, cresce sapendo di essere adottato ma ignorando le sue vere origini, e fa amicizia con Eynis, una ragazza con talenti davvero misteriosi: è in grado di evocare le ninfe dei quattro elementi senza nessun addestramento, ed è bravissima a tirare con l’arco.

Ma, un giorno, il vilaggio viene attaccato, e dopo essere riusciti a respingere l’attacco degli amorphi, Bedwyr viene avvicinato da un Custode, un cavaliere che prende apprendisti dai vari villaggi per insegnargli l’arte del combattimento, che gli chiede di seguirlo e di divenire il suo apprendista.

Bedwyr accetta con entusiasmo, ma il Custode, chiamato Galwin, chiede anche ad Eynis e a Rooth, il miglior amico di Bedwyr, di accompagnarlo, poiché la ragazza sembra nascondere un segreto…

Bedwyr inizierà così un lunghissimo viaggio, accompagnato non solo dai suoi amici, ma anche dai cinque rappresentanti delle altrettante Razze Libere: umani, elfi, nani, lupi, draghi, uniti per recuperare le pagine del leggendario Libro del Destino, scritto dal Veggente, un uomo con il dono della profezia.

Bedwyr scoprirà la verità sulle sue origini, e anche Eynis riporterà alla luce la sua discendenza, che è il motivo per cui sa utilizzare la magia senza addestramento ed è così forte e veloce…

Un libro fantasy all’ennesima potenza, molto interessante ed emozionante, con risvolti malinconici, che mi è piaciuto davvero tanto, in particolare per la figura di Eynis, che mi è sembrata quasi la protagonista del romanzo.

Del resto ho sempre avuto un debole per i maghi…

Un debole per i maghi e… per storie fantastiche davvero fuori dalla noiosa vita quotidiana!

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Lo scaffale de La filosofa e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...