In crisi

Lo scorso fine settimana il marito bancario della mia amica Euleromifaunbaffo è tornato a casa con un foglio, una lista.

Questa lista era un elenco di nomi che per la banca sono esuberi: non ci servono più queste posizioni lavorative, grazie e arrivederci; questa lista conta 600 nomi, 600 posizioni lavorative in esubero, 600 persone che dall’oggi al domani si ritrovano senza lavoro.

La banca è partita dalle categorie più basse e, a salire, ha scritto 600 nomi da licenziare, così brutalmente. Il marito di Euleromifaunbaffo non era nella lista, a lui non ci sono arrivati. E’ contento? è preoccupato? è sotto choc? Forse tutto questo insieme.

A Euleromifaunbaffo e a me è andato di traverso il nostro caffé settimanale: ci siamo guardate senza parole, senza sollievo nonostante suo marito abbia ancora il lavoro.

E’ tutt’intorno, è una specie di compagna con la falce che fa capolino dai posti più impensati, che ci accompagna silenziosa e minacciosa. Muta, segue le nostre chiacchiere, i nostri gesti quotidiani e anche se non guarda noi, guarda forse vicino a noi.

Sembra sempre peggio, non so, non sono un economista, ma sembra che di luce in fondo al tunnel non ce ne sia. Anche chi il lavoro ce l’ha sorride poco, sembra in attesa, parla di chi il lavoro non ce l’ha più e scuote la testa, le labbra tese e gli occhi un po’ appannati.

Tutte le promesse di questa nostra epoca finanziaria, di tanto a basso costo, di crescita come panacea di tutti i mali: tutte le promesse di facilità che mi hanno riempito le orecchie dal liceo a pochi anni fa, tutta una vita, via! con un colpo di falce!

E’ dura, è come se

The gods may throw the dice,
their minds as cold as ice.
And someone way down here,
loses someone dear

dicevano gli ABBA: qui non si perde, per foruna, nessuno di caro, ma qualcosa di importante, di fondamentale per le nostre vite.
La sensazione è la stessa, quella di essere in balìa di menti astratte che giocano con noi fantocci e con le nostre vite, giocano a dadi.
Annunci

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...