Smartphone

Che cosa si guarda al Louvre? La Gioconda? Sì, anche.

Ma si guardano anche le persone, le migliaia di persone con cui si vive in un flusso ininterrotto  e informe che si muove quasi di vita propria da una stanza all’altra; e a volte si vede per la prima volta qualcosa che è sotto i nostri occhi da tempo e, di sicuro, non solamente al Louvre.

Nove persone su dieci possiedono un telefono intelligente: la decima persona, di solito, sono io.

Nove persone su dieci vivono in simbiosi con un telefono intelligente, ancor meglio ci vivono dentro: la decima persona, di solito, sono io.

Sostanzialmente io non possiedo uno smartphone, non per snobismo, ma per una questione di valutazione costo vs. utilità, assolutamente soggettiva; a me piace la tecnologia, mi tiene sempre sottilmente stupita per le potenzialità del fare e del pensare, ma non riesco mai a superare d’istinto  il suo rapporto costo-beneficio ed appropriarmi di tutte le novità in tempo reale.

A suo tempo, ci ho messo un bel po’ a decidermi a comprare un cellulare e l’ho fatto quando siamo andati in montagna con La Filosofa di trenta giorni in un posto senza telefono fisso: ho sentito che questo aggeggio, che già da mo’ non era più una novità, ci avrebbe fatti sentire al sicuro; non d’istinto, ma di ragionamento.

Ora, sono certa, accadrà la stessa cosa con lo smartphone (o semplicemente si arriverà al momento in cui verranno prodotti solo smartphone e quindi, ti saluto Colombina, non ci sarà più scelta).

Ma perché ho notato questa ovvietà al Louvre? Perché nove persone su dieci usavano il telefono intelligente per fare fotografie e anche come guida turistica: meno audioguide, più guide visive. Non solo telefoni intelligenti, ma tanti aggeggi: tablet e persino guide visive fornite dal museo, da vedere simili a una console portatile da appendere al collo…

Questo fatto mi ha lasciata perplessa: con l’audioguida tu guardi ke opere e contemporaneamente ascolti la spiegazione, ma con la guida visiva, sei impegnato a leggere e a far funzionare il “coso”, cerchi nuove possibilità, ingrandisci, esplori tutto l’ambaradan e quindi come fai a goderti quello che ti sta intorno?

E’ questo che ho notato: teste molto immerse nell’attrezzo in sé piuttosto che rivolte alle opere utilizzando l’attrezzo come mezzo.

Intendiamoci, niente di male e neppure niente di che, ma l’ho notato e mi ha illuminata anche sulla vita quotidiana in cui incontro spesso una coetanea che mentre parliamo sfodera lo smartphone e si connette per sapermi dire, chessò, che la parola in inglese che ho detto l’ho pronunciata male.

Sta parlando con me, dovrebbe parlare con me e non si immergersi nella sua bolla tecnologica che, è vero, la connette con il mondo, ma lo fa assurdamente isolandola dalle persone più vicine.

Rimango perplessa per l’utilizzo smodato di questa tecnologia, che continua a stupirmi positivamente e che mi affascina per quanto lontani dentro la scienza ci ha portati.

Annunci

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Smartphone

  1. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    capisco e concordo con quanto scrivi, e lo dico da persona con 2 smartphone e 1 tablet sembre appresso. bisogna avere la capacità di limitarne l’invalidità. in questi giorni sono a singapore ed è impressionante come la comunicazione tra chiunque sia solo virtuale: giovani si siedono a tavola in un ristorante e ognuno guarda il suo smartphome. fidanzatini camminano mano nella mano, ma con l’altra continuano a messaggiare e giorcare sulle loro tastiera: cercare un destro e un mancino è la coppia perfetta! la tecnologia deve essere usata da noi in modo intelligente e non il contrario ….

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Infatti: per essere connessi con tutti, non siamo in comunicazione con nessuno! E’ il paradosso della modernità? Non so, davvero, ma sì, dovrebbe essere solo un mezzo per rendere le cose più facili… Vedremo come reagirà il mio neurone quando lo smartphone catturerà anche me! A presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...