Un’amica, la politica e una birra (almeno)

Ierioggiedomani ed io ci conosciamo da 32 anni e siamo passate attraverso tutte le fasi che ci sono venute in mente: adolescenti e compagne di scuola, giovani donne e risate in compagnia, donne e amiche-amiche.

Le nostre vite sono diverse, abbiamo orari, tempi e modi differenti, ma ci ritagliamo un caffé o una birra ogni tanto, perché ne abbiamo bisogno, per vederci, chiacchierare, sfogarci, lamentarci, ridere, abbracciarci.

Siamo diverse, ma anche molto simili e il tempo ha prodotto ciò che la matematica reputa impossibile: due parallele che si incontrano, diversità e similitudine che si incontrano. Questo per dire che, spesso, anche se la pensiamo in modo diverso, alla fine arriviamo alla stessa conclusione.

Su una cosa invece la pensiamo allo stesso modo: sul circo che noi italiani chiamiamo politica. Anni fa eravamo ironiche e sagaci nei nostri commenti, poi a mano a mano che il circo ha dilagato, siamo diventate meno ironiche e più sarcastiche pur cercando di mantenere il buon umore, da qualche mese non siamo per niente sarcastiche e per niente di buon umore. Dagli inizi di agosto, siamo esterrefatte, indignate, di umore proprio nero.

Ieri pomeriggio, Ierioggiedomani mi ha chiamata per le solite due chiacchiere, ma era impellente sfogare la delusione profonda per quello che ormai non si può più nemmeno definire circo.

Che cosa si può dire di un leader politico che, condannato in via definitiva per un reato che per un uomo di Stato è molto grave, sta cercando in tutti i modi di bypassare la condanna? Che cosa si può dire di (quasi) tutta una generazione di politici che, incapace e opportunista, gli tiene bordone?

Siamo arrivati ad un punto che mi verrebbe da definire di non ritorno, se non fosse che noi italiani riusciamo sempre a spostare i limiti un po’ più in là, strada facendo.

Da trent’anni stiamo scendendo la china, come Paese e come persone: siamo arrivati dove ci volevano portare, a non indignarci più di nulla, siamo arrivati laggiù dove ogni cosa è lecita se ci fa comodo.

Ierioggiedomani ed io abbiamo bisogno di una serata lunga, di una birra (almeno) e di trovare parole nuove per raccontarci l’orizzonte che, perbacco, abbiamo bisogno di vedere in lontananza.

 

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Un’amica, la politica e una birra (almeno)

  1. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Condivido la vostra profonda amarezza (e condividerei anche una birra, da impenitente apprezzatore del delizioso liquido): la cosa più stupefacente è ormai l’abitudine (o rassegnazione) che pervade la maggioranza degli italiani per fatti e comportamenti che, all’estero, porterebbero all’assalto al Palazzo d’Inverno (leggi Palazzo Grazioli oggi).

    3 mesi fa ero in Malaysia, una riunione fuori KL, in uno dei “sobborghi tecnologici” della capitale: al termine della riunione ho raccattato un taxi in strada per arrivare in aeroporto. Quando il tassista ha saputo che ero italiano mi ha chiesto “do you still have that funky playboy as Prime Minister?”, e io ho rimpianto tantissimo di aver appena rifiutato un trasferimento permanente a Sydney ….

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Alzare la soglia di tolleranza barattando apparente benessere, è stato instillato goccia a goccia dai tempi di Craxi: il corpo si abitua al veleno e si immunizza.
      Da tanto tempo tolleriamo davvero qualsiasi comportamento, privato e pubblico, ma non per rassegnazione secondo me: ci fa comodo.
      Un leader che sdogana comportamenti impensabili, ci fa ancora più comodo.
      Non so se riusciranno a sovvertire una sentenza definitiva, mi auguro di no per la mia salute mentale, ma per me è immondizia solo pensare di poterlo fare.
      Nel caso, dovrebbero chiedere una revisione del processo, come tutti i cittadini, portando nuove prove a discarico o dimostrando che i processi precedenti sono stati manipolati. Ma questa idea non gli è neanche venuta.
      E ricordo sempre a me stessa che un italiano su 3 ha votato il partito di questo funky playboy…

  2. Pingback: Jeans, birra e chiacchiere | ognigiornotuttigiorni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...