Escape

Mi sono abituata, negli anni, a dare sempre una via d’uscita ai miei figli: – Prova a fraquentare il corso di teatro, se non ti piace puoi smettere – ma anche – Prova a mangiare i pisellli, se non ti piacciono puoi avere i pomodori – oppure – Scegli lo sport che vuoi, ma scegline uno; se poi non fa per te, puoi cambiare –

E ho notato che poi la via d’uscita rimane inutilizzata, rassicurante sullo sfondo come un salvagente, a portata di mano, ma neanche presa in considerazione.

Sapere di averla fa sentire al sicuro, sapere di poter scegliere e che gli altri appoggeranno questa scelta fa sentire protetti. E’ importante sapere che c’è, non usarla.

E’ un trucco se si vuole, ma funziona a meraviglia sull’amor proprio, sull’autostima, sulla volontà.

Ed è ciò che mi manca maggiormente in certi periodi della vita: avere una scelta, sapere di poter cambiare senza problemi nè riprovazione da parte degli altri.

A volte la via d’uscita non c’è, a volte sono gli altri a non concederla, a volte siamo noi a non vederla, ma senza manca l’aria, come scendere sott’acqua in apnea e non vedere il traguardo, con sempre meno aria di riserva e la superficie sempre più lontana.

A volte.

 

Annunci

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Escape

  1. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Se può aiutarti, con una “boccata d’aria” di logica matematica, nei primi del 1900 Zermelo (matematico/filosofo tedesco) ha enunciato “l’assioma della scelta”, che, tralasciando la pedante definizione ufficiale, ti dice che comunque un modo di scegliere c’è sempre … sempre 🙂

    Complimenti per la strategia educativa con i figli e buon weekend!

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Zermelo mi piace! Farò mio il suo assioma, me lo scriverò e lo appiccicherò alla testiera del letto accanto alla frase, che già c’è, di Julia Cameron: “It is the resistance to change that is difficult or painful”. Buon weekend a te! 🙂

      • Maurizio Vagnozzi ha detto:

        Pensavo anche di aver scritto un post sulle scelte, ma non lo trovo: ho riletto invece “Un Babbo Natale In Spiaggia”, che mi ha fatto ancora ridere …. just if you need a smile!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...