Mandela

mandelaQuell’anno a Londra in luglio c’era freddo, ma freddo da maglione di lana. Però quella domenica pomeriggio a Hyde Park si stava bene.

C’era tanta, tantissima gente, di tutti i colori, con tutti i sorrisi possibili e tutti i vestiti immaginabili. C’ero anch’io.

Mandela stava per compiere 70 anni ed era ancora in carcere: il mondo sembrava non poterne più. O almeno quella parte di mondo sui prati di Hyde Park, sembrava non poterne più.

Gli ideali sembravano ancora possibili, su quei prati di Hyde Park.

L’apartheid è stato uno dei momenti più bassi della storia dell’uomo e Mandela è stato uno dei suoi momenti più alti. Era sempre sorridente e diceva che per un ideale si può morire. Abbiamo avuto bisogno di lui e della sua forza e della sua determinazione e della sua passione perché l’ideale della libertà e dell’uguaglianza e dei diritti per tutti facesse qualche passo avanti.

Abbiamo ancora bisogno, purtroppo, che questo ideale venga gridato e difeso. Abbiamo ancora bisogno di Nelson Mandela.

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Mandela

  1. Pingback: Londra, la prima volta | ognigiornotuttigiorni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...