Tutti

Tutti chi? Tutti, tutti. Si pensava fossero solo i comunisti, ma ci si sbagliava. Tutti, tutti. Gli italiani.

Il desiderio di essere come tutti
di Francesco Piccolo
edizioni Einaudi

L’ho letto perché avevo letto questo, ma non pensavo di calarmi talmente tanto nel libro da sentirmi, non come l’autore, ma l’autore.

Piccolo mi ha detto, a me personalmente, tante verità su di me, scomode e antipatiche a volte, ma innegabili; mi ha raccontato pezzi della mia vita e sentimenti miei, come io non potevo vedere.

Un invito alla lettura attraverso le parole dell’autore

E’ stato l’ultimo atto di autonomia di pensiero, poi mi sono infilato nel mio schieramento, senza più pensare alla lucidtà.

(…) era chiaro davanti ai miei occhi: non riuscivo a essere come avrei voluto essere.

(…) nella mia vita sono stato sfiorato da ogni cosa, ma mai colpito in pieno.

Dall’entrata mancata nel governo e dal rapimento di Moro, nasce un’idea di purezza – interpretata come un destino – che non morirà più.

(…) non c’entrava con la ragione o il torto, ma con l’uso che si fa della ragione o del torto.

(…) ho adottato la superficialità come compagna di vita, per tutta la vita.

Puoi vivere tutta la vita con una persona, soltanto se hai abbadonato l’idea di purezza.

(…) ciò che leggevo, su cui mi formavo, confermava ossessivamente il mio pensiero.(…) tutti questi anni passati a inseguire un me migliore, sono stati molto faticosi e hanno ottenuto poco o niente, nel tentare di indicare la responsabilità degli altri.

(…) tutto ciò che accade in Italia è anche un po’ colpa mia, (…) stare insieme a molti altri dalla parte giusta non è sufficiente, non mi fa sentire migliore.

La superficialità ha diritto di esistere, quanto la profondità.

Questo libro è stato un’epifania per me, coetanea di Piccolo.

 

P.S. L’ho inserito qua

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Leggiamo! e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Tutti

  1. umanoidipazzoidi ha detto:

    Grazie per avercelo fatto conoscere, andremo a scovarlo! 🙂

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Se lo leggerete, mi piacerebbe che mi raccontaste che cosa dice a dei ragazzi di liceo; perché l’autore ha la mia età, cioé l’età dei vostri genitori e racconta il suo “viaggio” attraverso un’epoca che, per voi, in gran parte, è storia… Mi piacerebbe, davvero, praticamente, vedere “me” da fuori attraverso i vosti occhi! 🙂

  2. Pingback: Mi tocca da vicino | ognigiornotuttigiorni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...