Rosa, rosae, rosae…

Ho poche idee, ma confuse, come si dice.

Le quote rosa non mi piacciono: su 100 candidati, 50 devono essere donne; se le donne valide sono 60? A 10 bisogna rinunciare. Su 100 candidati 50 devono essere donne; se le donne valide sono 10? 40 donne saranno fantocci cooptati.

Le quote rosa in Italia stanno diventando indispensabili: direi di sì, perché mi pare che senza obbligo in questo Paese si riesca a fare poco (o niente).

Le quote rosa con una legge elettorale che nomina dall’alto i candidati sono fumo negli occhi: direi di sì, come lo è tutta la lista di candidati, uomini e donne; i vertici dei partiti decidono chi mettere in lista: siamo sicuri che scelgono i migliori? Io non ne sono sicura, anzi credo invece che le scelte dipendano da tantissimi fattori, ma non dalle competenze.

Allora, mi sono chiesta se le vorrei oppure no.

Mi sono risposta che forse qui e ora, con questa legge elettorale in fieri che ancora ci impedisce di scegliere chi ci rappresenta, non sarebbero utili. Ma sarebbe utile introdurre il meccanismo in sé, per poterlo usare in futuro, quando usciremo dal tunnel e potremo di nuovo scegliere. Perché io ci conto che venga un giorno in cui potremo scegliere…

Le quote rosa sono state un passo decisivo nei Paesi nordici per avviare un circolo virtuoso e, alla lunga, potrebbero esserlo anche in Italia. E’ un meccanismo imperfetto, un po’ da tutela delle minoranze, d’accordo, ma servirebbe a innescare un comportamento.

Non mi piace che le donne debbano ricorrere alle quote rosa: non siamo una minoranza, non siamo panda in estinzione. Comunque, non mi piace neanche che i partiti scelgano chi fa loro comodo, magari yesmen manovrabili facilmente?, da mettere in Parlamento.

Qui e ora, che i “prescelti” siano uomini o donne, non ha alcuna rilevanza: facciamo però passare le quote rosa e iniziamo a percorrere un cammino che magari in futuro paghi.

Lo dico nonostante le votazioni di ieri. Ancora senza la possibilità di scegliere, ancora senza parità di genere. Siamo sempre fermi, sempre immobili.

Annunci

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Rosa, rosae, rosae…

  1. gattolona pasticciona ha detto:

    Buongiorno cara amica mia,ma il futuro dov’è? E’ nella scuola, dove Matteo e tanti nostri connazionali riponiamo così tanta fiducia? E’ nel taglio delle tasse a noi poveri umani e alle aziende che decidono di andare avanti senza suicidi oramai alalrgati? E’ nel nostro Papa, vero guerrigliero e combattente scalzo di Dio, che stanco di vedere tutto questo scenario, ha decis odi dormire un pochino? Il futuro anch’io credevo che fosse nascosto nella mente aperta e brillante di noi donne, se ci lasciano esternare il nostro pensiero. Forse il futuro è questo e noi non ce ne accorgiamo, è in questa sterile immobilità dove tutto sembre muoversi ad un ritmo vorticoso ma in realtà nessun si muove. Tutti arroccati nelle proprie posizioni, nessuno che abbia ripassato per bene i verbi del mio post di qualche giorno fa. Che delusione e che tristezza! Ora, la mia quota rosa la metto nell’andare a pulire e sistemare tre camere da letto, poi metterò l’energia nellam ia proverbiale e quotidiana camminata di un’ora a passo deciso e svelto, non me ne starò immobile a guardare quei 2 kg. che devo perdere in vista del 50°, tenendo conto di quel colesterolo un poco alto. Fabiana.

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Non sarà una rivoluzione, ma in futuro vorrei tornare a scegliere chi mandare a Roma e tra queste persone vorrei scegliere anche delle donne.
      Questa democrazia di nominati (neanche fosse il Grande Fratello!) ci passa un po’ troppo sopra le teste.
      Le donne sono sempre troppo poche e non credo sia perché valgono meno degli uomini, onestamente.
      Buona camminata!

  2. umanoidipazzoidi ha detto:

    Rosam, rosa, rosa! PIENAMENTE d’accordo con te!!!

  3. ellegio ha detto:

    Sto cominciando a convincermi che il fatto che non le quote di genere non riescano a passare è indice del fatto che sono davvero necessarie. La legge elettorale e il merito (il demerito degli eletti) dovrebbero viaggiare su un binario parallelo a quello delle quote: non sarebbe imputabile alle quote la candidatura/elezione di donne incapaci, purtroppo dagli incapaci dovremo imparare a liberarci in altro modo. Nessuna di noi ama sentirsi panda, ma è un dato di fatto che molte di noi sono discriminate, e queste discriminazioni vanno rimosse, e amen. Forse cresceremo, forse no, ma se andremo a fondo non sarà certo per qualche donna in più ai vertici 🙂 Ci stiamo già andando dritti dritti lo stesso.

    • ellegio ha detto:

      (nella prima frase c’è un non di troppo che mi è sfuggito, scusami)

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Infatti. La cosa grave ora è che non possiamo scegliere (che differenza avrebbe fatto per i politici introdurre la parità di genere, tanto scelgono loro…); ma questo meccanismo QUANDO POTREMO DI NUOVO SCEGLIERE sarà importantissimo. Ce lo hanno negato. Perché è toglier loto le scranne, il potere.
      Dovremo prendercelo. Non c’è altra via. Perché l’Italia si merita la parità di genere.

  4. massimolegnani ha detto:

    Infelice il paese che ha bisogno di quote rosa. Ml

  5. lullina76 ha detto:

    La stessa cosa ho detto al mio compagno l’altra sera quando si parlava di quote rosa al telegiornale….nel 2014 dobbiamo ancora parlare di quote rosa??? Noi non siamo una minoranza né una razza a sé né delle minorate mentali……tirare fuori le quote rosa ora non è buon segno….è ancora sinonimo di arretratezza mentale e ignoranza e pregiudizio!! Ancora c’è bisogno di dover sottolineare che siamo PERSONE al pari degli uomini??????

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...