Aprile: Stefania Bertola

Il Progettino prosegue. Ad aprile è stata la volta di

Ragazze mancine
di Stefania Bertola, edizioni Einaudi

che si legge volentieri perché è una storia ben costruita e piacevolmente raccontata.

E’ la storia di due donne le cui vite il Caso fa incontrare e i cui passi il Caso fa intersecare a gran beneficio di entrambe. Sono donne molto diverse, che vivono consapevolmente le loro vite, che non cedono al vittimismo, donne improbabili e al tempo stesso decisamente vere: ognuna di noi ha dentro di sé una scintilla di Adele o di Eva.

Per adesso, l’ho conquistato. A convincerlo ci penserò domani, perché effettivamente, domani è un altro giorno.

Per chi non è del tutto convinto di stare vivendo la vita più adatta a sé o per chi è profondamente convinto di stare vivendo la vita giusta per sé: la vita si impara, la vita sorprende, la vita corre più veloce di noi – a volte.

Annunci

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Leggiamo! e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a Aprile: Stefania Bertola

  1. Avevo già sentito parlare di questo libro…mi sa che lo aggiungo alla lista!

  2. gattolona pasticciona ha detto:

    Continuerò anch’io nel mio fioretto di lettura di libri. La mia prima esperienza di lettura, dopo anni di riposo voluto ha dato i suoi frutti e le famose risposte ad alcune delle domande che cercavo. Un abbraccio e buona mattina, fabiana.

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Ho visto da te che cosa hai letto e sembra interessante! Bertola è un altro universo: è lieve, dice delle verità antipatiche, fa sorridere e ti fa stare lì con Eva e Adele. Leggilo e sentiti leggera 🙂

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Già: credo di averlo letto a suo tempo il tuo post e credo che sia stato quello ad avermi spinta verso Bertola (forse anche altri post in rete, oddio, sono stonata come un bradipo addormentato…) 😉
      Proseguirò a leggere questa scrittrice: è una mano amica sulla spalla. E, soprattutto, ho bisogno di leggerezza, da un po’ odio la pesantezza intellettuale ed emotiva, uhh, non ce la posso fare 😉

  3. babalatalpa ha detto:

    Su suggerimento di una blogger (e traduttrice) amica, lessi della Bertola “La soavissima discordia dell’amore”. Esattamente come dici tu: leggera senza essere troppo frivola…

  4. Ma Bohème ha detto:

    Confesso di non avere mai letto nulla di Stefania Bertola. Di solito le mie scelte si orientano “sull’intellettualmente impegnativo” se non proprio pesante. Ma come te sono convinta che la lievità non sia affatto sinonimo di superficialità.
    Seguirò il tuo consiglio, mi fido delle tue indicazioni.
    Grazie del suggerimento. 🙂
    Primula

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Signùr, che responsabilità! 😉
      Scrive bene, a differenza di un’altra autrice giovane che ha avuto molto successo (o che è stata spinta molto dalla casa editrice? boh), che ho letto e che mi ha fatta arrabbiare. Per dire che oggi non è così scontato che venga pubblicato solo chi scrive bene… Ma Bertola sì, credo 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...