Mare di rabbia

Ieri è stata una di quelle giornate in cui avrei voluto non conoscermi, non frequentarmi. Una di quelle giornate in cui ci si mette in imbarazzo da soli davanti allo specchio.

Burrasca. Tempesta. Signùr!

E’ già iniziata male essendo il primo giorno di scuola: sveglia presto, faccia da adolescente incazzata e scazzata, oggi non devo fare i compiti, vero? vero? vero?, c’è la festa, vero? vero? vero?.

E quando sento quell’effervescenza nello stomaco alle sette e mezzo di mattina, lo devo sapere che finisce a schifio.

E infatti, ho aperto l’armadio per vestirmi e ovviamente “non ho niente da mettere”! Schifio istantaneo.

Poco più tardi ho cercato di scaricare l’irritabilità, uscendo da casa dei miei genitori, sacramentando come un camallo, tirando giù tutte le parolacce che so, ad alta voce tra il portone e la macchina, da sola sul marciapiede: una scena invereconda, proprio nel quartiere dove conosco più persone in assoluto. Sarò passata inosservata?

E la rabbia comunque non è passata, si è montata come la panna con la pilucca.

Poi alla festa della compagna de Il Cantastorie, ad ascoltar ‘zzate dalla crème dei parvenu della città. Ma ‘zzate!, tante, piccole, grosse, medie, in modulazione di frequenza, in stereo, diio, quante! Ma come si fa…

A casa, più tardi ho mostrato a La Filosofa una maglietta e uno zainetto acquistati per la sua prossima gita, entrambi di quel rosa shocking fluo che va tanto adesso (credo, almeno qui nella provincia padana…) e lei ha sgranato gli occhi e ha schifato gli acquisti, senza appello. E io l’avrei presa per il collo, scossa e rivoltata come un calzino, lei insieme con quella sua aria… adolescente…

Alle 21:00 ero stanca, ma così stanca che mi addormentavo ovunque mi fermassi per più di 3 secondi. Essere arrabbiati è spossante. Dovrei ricavarne una lezione.

Invece dopo ore e ore in balìa dell’ira più nera, ho capito. SPM.

Ma va da’ via i ciap!

 

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Mare di rabbia

  1. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Ti sento proprio un’emula di Gandhi oggi: se ti chiamo Ognigiornotuttiigiorni-Mahatma mi piglio un “vaffa” anch’io? 🙂

  2. ogginientedinuovo ha detto:

    Gandhi soffriva di SPM? Lo sapevo che era un grande 😉

  3. lullina76 ha detto:

    Coraggio io soffro anche di SPM dove la P però sta per post…. insomma prima durante e dopo…..e ultimamente anche due volte al mese…..ma dici che il fatto che io adoro il rosa fluo dipende dalla SPM?? 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...