Il caposcala ed io non ci capiamo (parte II)

Ma questa non è stata la prima volta che il caposcala ed io non ci siamo capiti.

Come quella volta del mare di ghiaietta.

Allora, funziona che c’era una grande area condominiale da sistemare; l’erba no perché costa troppo alzare il cordolo, aggiungere della terra, predisporre l’innaffiamento automatico, gestire il giardiniere ecc. ecc, quindi parola d’ordine: trovare soluzioni alternative.

Vuoi che nel palazzo non abiti un architetto? Figurati, quando non servono ci sono sempre…

L’architetto partorisce un’ideona: sassolini di una tenue sfumatura di rosa da sistemare una tantum e per sempre, senza manutenzione, su un’area di, mah a occhio più di 200 mq. Secondo me era un’idea orrenda, ma è piaciuta molto. Bon.

Il caposcala chiede i preventivi: i sassolini di una tenue sfumatura di rosa probabilmente li aveva dipinti, uno per uno, Raffaello perché costavano un occhio della testa. Immediatamente, senza apportare variante alcuna al progetto inziale, ci si riposiziona su ghiaietta bianca (che io avevo visto solo nei cimiteri, ma forse anche no…): un mare di ghiaietta bianca con in mezzo due costruzioni basse che alloggiano i contatori; un mare di ghiaietta bianca da calpestare per arrivare ai contatori e alla mercé dei bambini, che, è noto, adorano tirare la ghiaietta.

Un giorno arriva il camion che deve scaricare quella deliziosa ghiaietta e mi fermo col caposcala a guardare: non hanno fatto la colata di cemento, hanno invece coperto la terra che c’era con una specie di guaina, bah, ovviamente in più pezzi.

Mi azzardo a dire:- Ma secondo me così la ghiaietta si riempirà di erbacce…

Apriti cielo! Il caposcala ha sottolineato quanto io fossi ignorante: è stato tutto diserbato! perdindirindina, e poi una volta messa ‘sta guaina altrimenti detta Attila, non cresce più nulla, santapolenta, che fatica ‘sta gente che vuol saperne e invece non sa un tubo…

La prima primavera dopo la posa ha portato una bellissima proliferazione di erbacce tra la ghiaietta, eruzione abbondante che io al caposcala farei strappare con i denti, piantina per piantina.

Quindi, chiudete gli occhi e visualizzate: più di 200 mq di ghiaietta bianca cimiteriale, un po’ sporchina, difesa strenuamente dall’attacco dei bambini con cartelli intimidatori, piena di erbacce e di diserbante, il quale uccide le erbacce, ma non le tira fisicamente via dalla loro locazione.

Il caposcala ed io non ci capiamo. Non c’è niente da fare…

Annunci

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

14 risposte a Il caposcala ed io non ci capiamo (parte II)

  1. ergatto ha detto:

    già avere un caposcala mi fa venire i brividi…….

  2. vagoneidiota ha detto:

    Ma è un mito questo capo scala.
    “scusi, ma ha visto l’erbetta? Ha visto che è spuntata?”
    Lui guarda. Spalanca la bocca con aria schifata.
    “signora ogginientedinuovo, ma che, quella è erbetta? Cioè, lei vede erba? Quella” e la indica ” è nepeta cataria. Che, per caso, non conosce la nepeta?”
    E rimane lì ad osservare con le mani sui fianchi. Con gli occhialini bassi sul naso adunco. Con la pancia prominente. Con la faccia che va a destra e sinistra. A scatti.
    E non provare a replicare per favore. Anzi, se può, signora, mi accompagni a vedere il lavoro dell’imbianchino beota che c’ho un altro mazzo di pantoni nuovonuovo. E, si grazie, un caffè lo prendo volentieri.
    Direi, Che culo abitare in un condominio come il tuo.

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Ah ah ah! Magari fosse nepeta cataria: gliela farei fumare e per un po’ sarebbe impegnato a ballare e cantare, senza interferire con le nostre povere vite di condòmini 🙂
      E’ un condominio variegato, in effetti, ma manca una maschera: la persona normale 😉

  3. Pensa mio marito che i condomini li amministra anche! Nel suo studio ne hanno circa settanta, che vanno dalle 4 unità immobiliari alle 100 ciascuno. E ognuno in riunione porta le pene quotidiane, dall’erbetta, al cane che fa pipì nel terrazzo di quello di sotto, alle volte ritorna a casa con la testa che gli scoppia! Sembra che i condomini vadano al ritiro in Chiesa e ognuno vomita i proprio guai personali agli Amministratori, che come due bravi parroci di campagna devono ascoltare, mediare, non giudicare, proporre, benedire e far andar d’accordo persone che ragionano chi con i testicoli chi con l’utero. la figura del caposcala?Traduzione: titolo improprio, non remunerato (spero) affidato di solito al più antipatico del palazzo, creato dall’amministratore per evitare sporadici attacchi di angina e tachicardie a se stesso!

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Una pacca sulla spalla a tuo marito! Se la merita 🙂
      Sì. il caposcala fa da cuscinetto tra l’amministratore e i condòmini, oltre ad occuparsi delle piccole cose in loco: cambiare lampadine, spazzare la neve, seguire i lavori quando ce ne sono, chiamare la manutenzione di ascensori e giardino ecc. ecc. Ci vuole.
      Qui da noi non è il più antipatico, ci sono altri figuri molto più lunatici: è il classico omino in pensione, che sa fare (o dice di saper fare) un po’ di tutto, sordo come una campana.

  4. Ma Bohème ha detto:

    Mitico caposcala! 😀 (ironia!) Tra un po’ diventerà protagonista di un romanzetto … Potresti farne una sitcom. 😀
    Addolciscilo con il tuo altrettanto mitico caffè.
    Buona giornata, tra ghiaietta, erbetta, scale, capiscala, amministratori e condòmini. 🙂
    Primula

  5. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Se vuoi ti posso scaricare due contenitori di napalm sulla ghiaietta: dove vado adesso in Asia ne hanno ancora qualcuno in offerta dalla guerra del Viet Nam … danno anche un tocco “Apocalypse Now” alle casette dei contatori e puoi pronunciare la famosa frase “… adoro l’odore del napal di prima mattina, incieme al profumo del caffè …”

  6. ogginientedinuovo ha detto:

    Maurizio, potrebbe essere il nuovo kit per il condòmino moderno 🙂

  7. Pingback: De coccio, come si dice… | ognigiornotuttigiorni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...