As time goes by…

Sono consapevole del mio corpo, lo sono molto di più ora rispetto a vent’anni fa. Il tempo che passa regala la capacità di ascoltarlo, di interpretarne i segnali e di adeguare la mente alle sue necessità.

E trovo questo fatto molto bello: contrariamente a quanto si possa pensare, invece di essere triste per ciò che non posso più fare, sono contenta di essere capace di ascoltare e di cambiare per assecondare. Non sono infastidita dal “non più”, ma affascinata dal “come” trattare la trasformazione.

Quando ero più giovane, facevo senza pensare, usavo il mio corpo inconsapevolemnte trascinandomelo dietro e piegandolo alla mia volontà: dormivo per terra nell’umidità totale, sul ponte di un traghetto al freddo, mi prendevo le caviglie senza piegare le gambe e mi sedevo per terra in posizioni innaturali, facevo traslochi da sola infilando casa mia in una Y10, andavo in giornata a Parigi o a Madrid, mi buttavo sul divano scompostamente, camminavo per ore e cavalcavo a pelo, poi andavo a ballare, sciavo dal mattino alla sera sotto la neve battente e passavo ore sotto il sole in spiaggia.

Ora no, non più.

Ora piego la mia volontà alle esigenze del corpo e, sorrido, questo mi piace: tengo conto che il mio corpo è cambiato, che per farlo stare bene devo aiutarlo, che non è solo un mezzo come l’ho sempre considerato.

E ci intendiamo, ora: lui parla io ascolto. Lui allude, io capisco.

La sfida di trovare maniere per accontentare la volontà usando le risorse che ho al meglio senza usaurirle, è accattivante: in qualche modo, è una grande libertà.

Mi sento libera di essere e di fare quello che voglio, come voglio: da giovani per definizione dovevamo fare senza limiti perché il corpo dei giovani tutto (o quasi) permette, ora da medi (diciamo così…) possiamo invece tenere conto dei limiti, fare senza dover ignorare il mezzo che usiamo.

Non sono delusa dal fare meno perché so che faccio meglio.

Annunci

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Mente&Corpo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a As time goes by…

  1. Ma Bohème ha detto:

    È davvero bellissimo ciò che scrivi. Lo definirei razionale ottimismo e serena consapevolezza che non è rassegnazione anzi, è vivere meglio sfruttando appieno le nostre possibilità fisiche ma anche mentali.
    Brava! 🙂
    Un abbraccio per una giornata serena nonostante la pioggia che, almeno qui, cade incessantemente.
    Primula

  2. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Che bella questa “dichiarazione di equilibrio e armonia dinamica” 🙂

  3. ogginientedinuovo ha detto:

    Maurizio, è una gran libertà, te l’ho detto 😉

  4. rossella cosciabella ha detto:

    maledizione, avrei voluto scriverle io queste cose!

  5. Alice ha detto:

    Che dire: sai invecchiare bene. Il passare del tempo che non toglie ma aggiunge.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...