Istinto di conservazione

Mio marito, Tuttobene, lo ha. La replica ovvia è che tutti lo hanno. Invece no. Io non l’ho, per esempio.

Da queste parti (a casa mia, intendo) si è aperta la stagione delle conserve: passata di pomodoro, peperoncini ripieni, giardiniera, bargnolino, limoncino, crema di limoncino, marmellata.

Per Tuttobene il cibo e la sua lavorazione hanno fascino, hanno attrattiva: è una vera e propria passione che lui coltiva con amore. Nel cibo non vede sostentamento, ma gioia, gli alimenti non sono alimenti, ma materia da modellare.

Lo ammiro per questo perché questa passione fa sì che la routine culinaria sia un momeno di vero mangiar sano, di recupero della nostra tradizione, di genuinità e di semplicità.

Lo ammiro quasi sempre, a dir la verità, tranne nei giorni dell’ “istinto di conservazione”, giorni in cui affogo le mani nel pomodoro che fa prudere e bruciare, giorni in cui tossisco e starnutisco scavando i peperoncini piccanti, giorni in cui mi puzzano d’aceto anche i pensieri e giorni in cui pelare mele e limoni diventa un’esperienza mistica.

Poi, passato l’acme, torno ad ammirarlo.

E, soprattutto, a godermi i risultati!

Abbiamo già preparato la passata di pomodoro, Tuttobene ha raccolto prugnoli e mele, ci stiamo concentrando per attaccare i peperoncini piccanti, più avanti ordineremo i limoni della costiera amalfitana e infine arriveremo a sua maestà la giardiniera (che insomma è un po’ una rottura di cabbasisi…) 🙂

Contagiata da questo fervore, sono impazzita e in un impeto da casalinga à la page, ho tirato fuori uno dei libri inutili di cui sono dotata e ho voluto produrre una Tomatoes Marmalade che mi ispirava tantissimo: insolita e molto buona, occasionale alternativa al classico pomodoro sui crostini di pane 🙂

La pazzia è rientrata e le mie produzioni personali sono già terminate, il libro inutile è tornato a fare il suo mestiere, il libro inutile appunto.

Ora torno a fare il garzone di bottega per mio marito 😉

 

 

Annunci

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

24 risposte a Istinto di conservazione

  1. Nuzk ha detto:

    Quest’anno il mio orto ha prodotto a dovere. Se qualcuno mi fa vedere ancora solo un pomodoro glielo lancio dietro. Ho la dispensa piena di vasetti di sughi di ogni genere…come ti capisco…Un caffè vista vallata a inizio autunno? 😉

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Sì, grazie! E’ un bel cominciare un sabato di inizio settembre 🙂
      In effetti è romantico preparare tutte queste leccornie, mi piace questo lato di Tuttobene.
      E’ vero anche, comunque, che è una lavorata mica da ridere, chiusi in cucina per ore e a me stare chiusa in cucina… beh, non è proprio la vita mia… 😉
      Dal giorno della salsa non mangio più pomodori.

  2. vagoneidiota ha detto:

    Il tuo spirito mi piace perché dici quel che passa per la testa.
    E ti vedo affondare le mani in una marmellata di pomodori spiaccicati sulle dita.
    – cazzo!
    – dai su, amore. È quasi finita. Spingi bene.
    – cazzo cazzo cazzo. Mi cola il naso
    – amore, su
    – mi prude l’orecchio
    – amore…
    – mi si è slogato il gomito!
    – su. Basta lamentarti
    – oggi é pure sabato…
    – si. Abbiamo due giorni di Amore per la nostra cucina. Contenta?
    – ….cazzo cazzo cazzo!

    Mi siedo.
    Rimetto gli hocus pocus.
    Tazzina alla mano, contemplo il cielo e mi limito a mischiare il profumo della tua cucina con il caffè che guardo con curiosità.
    Manca forse un po’ di latte….
    – ehm, garzone, scusi. Potrebbe mungere quella vacca nel cortile?
    Hocus pocus – mr. Tout le monde

    • ogginientedinuovo ha detto:

      … cazzo cazzo cazzo! Ma comprare il latte al supermercato?!
      Io ho autonomia limitata in cucina: giusto il tempo di cuocere gli hamburger, tipo.
      Poi, però, mangio volentieri. E il bargnolino è il mio confortino personale, tipo.
      Quindi, taccio, e faccio il garzone.
      Cià, dov’è ‘sta vacca che la mungo…
      Buon week end, vagone 🙂

  3. ergatto ha detto:

    BENE !! iO pure faccio tutto (escluso giardiniera) , compresi distillati alcoolici , poi non potendo morire mangiando tutto…. li regalo….. da neuro !

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Anche tu sei un romantico che ha la passione della cucina 🙂
      E’ bello. Vi ammiro, sinceramente 🙂
      E sai che regalare cose fatte in casa a me piace tanto?! Perché c’è il lavoro dentro, non i soldi.
      Da garzone ti dico: prova la giardiniera, non te ne pentirai 🙂
      Buon week end, ergatto!

      • ergatto ha detto:

        la conserva è già archiviata causa maturazione precoce dei pomodori , una giornata all’aperto con 4 amici ed un … casino formidabile con gligliata a meta’! Provero’ la giardiniera, la mia specialità sono i liquorini con le mie piante: menta, alloro, pere, peperoncino…. per l’inverno se mancasse il riscaldamento…. :))

  4. Rossella Boriosi ha detto:

    ti stimo, fratella.
    Chiamami quando i crostini saranno pronti

    • ogginientedinuovo ha detto:

      I crostini con la marmellata di pomodori li abbiamo provati ieri sera: bbbooniiii!
      Però, per la perfezione, devo cambiare le dosi di alcuni ingredienti…
      Ti faccio un fischio per la prossima tornata 🙂

  5. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Mmmm … Giardiniera? Mi prenoto per un assaggio con gnocco fritto e coppa … 🙂

  6. remigio ha detto:

    …eppure i libri inutili e brutti a volte sono necessari. Ti permettono di apprezzare quelli belli e utili.

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Sono d’accordo 😉
      Questo libro in particolare, però, è bellissimo e – direi per altri esseri umani – anche utile!
      Scritto da un’americana (di origine italiana), esalta ricette italiane con le verdure ed è corredato di fotografie da vedere, che invogliano a cucinare e a mangiare sano.
      E’ un punto di vista sul nostro Paese che mi ricorda il blog italymagazine.com, un punto di vista positivo e ammirato.
      Buon week end, remigio 🙂

  7. sguardiepercorsi ha detto:

    Vi ammiro! 😉
    Quando gira il vento favorevole -non spesso- mi piace cucinare. Alterno periodi ai fornelli e altri di surgelati e di ingressi in cucina 10 minuti prima di mangiare. Ma anche nei miei momenti top, le conserve sono totalmente fuori dalla portata della mia pazienza. E vado di quelle acquistate.

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Mio marito ha sempre avuto la passione della cucina: si rilassa.
      Le conserve sono un grande sbattimento, però devo ammettere che i sapori sono veri, niente a che fare con le cose acquistate!
      Prima di conoscere mio marito, ho sempre acquistato tutto, comunque 😉
      Buon week end!

  8. silvia ha detto:

    Il mio marito ideale!
    Me lo presti la prossima estate?

  9. ellegio ha detto:

    Oddio, il bargnolino non sapevo neanche cos’era. Ho dovuto cercare su google 🙂

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Liquorino molto localmente circoscritto 😉 e molto da me apprezzato ;-). Va tenuto in freezer e bevuto ghiacciato, un bicchierino piccolo – tipo grappa – dopo cena 🙂
      Molto consigliato come conforto, può dare dipendenza 🙂

  10. Ma Bohème ha detto:

    Ciao carissima. Mi sono rilassata dopo un wekend un po’ impegnativo e, come sempre, deliziata dei tuoi racconti di vita quotidiana. 🙂 Però, dai!, quello del garzone di bottega è un lavoro preziosissimo, vuoi mettere tuo marito che fa tutto da solo? Tu sei FONDAMENTALE … E la cucina è un luogo d’amore, secondo i cliché della letteratura erotico-sentimentale 😉
    Un abbraccio 😉
    Primula
    p.s. Io parto per una “pausa settembrina”, una coda di vacanze … A presto! Ti leggerò comunque dallo smartphone … Baci!! 🙂

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Il garzone di bottega è il personaggio più romantico della storia 😉
      La cucina come luogo d’amore… beh, dipende… forse preparando torte profumate di burro e zucchero…
      Buone vacanze, cara Primula! Rilassati e ricaricati 🙂

  11. Bisus ha detto:

    E fanno bruciare pure le mani i peperoncini piccanti, me lo ricordo bene da quando facevo i garzone per mamma, ché il mio di marito quest’istinto di conservazione non ce l’ha. O meglio ce l’ha nel senso che gli altri conservano e lui mangia per conservarsi 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...