Di ragazze e di draghi

Seduta sul balcone, tra il giorno e la sera, avevo le lacrime che scendevano senza ritegno e un groppo in gola che non voleva sciogliersi.

Ascoltavo un racconto.

C’era una volta, ieri mattina, una ragazza con un sorriso timido e gli occhiali, una studentessa determinata che discuteva la sua tesi.

Questa ragazza delicata aveva dovuto combattere contro molti draghi, uno dopo l’altro, uno più feroce dell’altro.

Il primo drago le aveva portato via il suo papà e l’ultimo, la sua mamma.

C’era amore intorno a lei, tanto, e c’era gioia anche, c’era desiderio di vita e voglia di riuscire, e c’era dolore, ma c’era anche ottimismo.

C’era una volta, ieri mattina, una piccola famiglia, senza mamma e senza papà, che guardava, con gli occhi lucidi di orgoglio, questa ragazza timida e determinata che diventava Dottore, nonostante i draghi.

E poi, con il cuore gonfio e spaccato, la sorella della sua mamma, il fulcro della piccola famiglia, ha preso dalla borsa un pacchetto e glielo ha messo tra le mani.

Senza bisogno di parole, senza bisogno di riannodare fili, senza bisogno di chiedersi il perché, senza sorpresa alcuna, lei che ha combattuto i draghi, ha accolto di nuovo lacrime mai scordate.

Non è utile domandare perché esistono i draghi né domandare perché tocca solo a qualcuno combatterli fin da subito. E’ utile invece avere Excalibur e il coraggio della tigre. E’ utile anche avere la caparbietà dell’alpinista e la visione dell’astrofisico.

In bocca al lupo ragazza che ha sempre combattuto i draghi 🙂

 

 

Annunci

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a Di ragazze e di draghi

  1. paroledimaru ha detto:

    In bocca al lupo anche da me! Le sue lacrime si trasformeranno in perle.

  2. vagoneidiota ha detto:

    Io non ho molte parole.
    No.
    Questa storia assomiglia a qualcosa che conosco troppo bene.
    Jill scott – he loves me

  3. Nuzk ha detto:

    Mi ha commosso. Un grande in bocca al lupo a questa ragazza forte e coraggiosa. 🙂

  4. linda ha detto:

    Ce la farà e sarà di esempio per tanti come lei. Un abbraccio alla piccola donna. ❤

  5. Alice ha detto:

    Complimenti alla ragazza e a te per la delicatezza con cui hai raccontato la sua storia

  6. massimolegnani ha detto:

    lo sento molto questo post, delicato ed esatto, dove dolore e felicità vanno braccetto e riescono a sconfiggere il drago. Purtroppo ieri ho visto un drago ancora più cattivo che non si vuole prendere i genitori ma una ragazzina e questo davvero è troppo.
    ml

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Ci sono draghi implacabili e insaziabili. Quando li vedo da lontano ho paura. Poi vedo cavalieri coraggiosi con grandi spade che li combattono senza tregua e senza arrendersi, e allora alla paura si mescola la speranza che un giorno anche loro crolleranno al suolo sbriciolati.
      Un abbraccio, massimolegnani, cavaliere coraggioso col camice lucente ❤

  7. Ma Bohème ha detto:

    Leggo dall’iPhone in una pausa dei miei spostamenti e non posso non commentare questo tuo bellissimo racconto. Un grande esempio di vita; per un’ottimista come me una ventata di gioia che sconfigge la tristezza di fondo. Non arrendersi mai, nemmeno al più violento dei draghi.
    Non mi commuove il lato tragico della vita di questa ragazza bensì la sua determinazione. E anche la sensibile dolcezza con cui tu hai parlato di lei. Ma non poteva essere altrimenti. ❤
    Proseguo nella mia giornata, ancora più positiva.
    Grazie a te e alla "ragazza" cui auguro ovviamente ogni bene. 🙂
    Primula

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Non arrendersi mai, hai ragione!
      Questa ragazza è passata attraverso tante prove, ma la vita che vuole vivere è più forte delle disgrazie 🙂
      Mi è cara questa ragazza 🙂
      Grazie, Primula, sei una bella persona ❤

  8. Scusami, da chi hai ascoltato questo racconto?

    • ogginientedinuovo ha detto:

      La ragazza in questione è la nipote di una mia carissima amica e conosco la sua storia da sempre. Ieri questa ragazza si è laureata e ieri sera la mia amica mi raccontava al telefono di come è andata la giornata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...