Nr. 26 – Gli occhiali

Sono una necessità, da molti anni, li ho sempre con me.

Gli occhiali in generale, da vista e da sole, mi accompagnano da quasi tutta la vita: è un oggetto che mi appartiene, forse, più di qualsiasi altro. E io appartengo a questo oggetto, ne sono totalmente dipendente.

A otto anni i primi occhiali “solo per guardare la TV, a scuola e in macchina”, a dodici anni non mi vedevo già più la punta dei piedi, dunque “gli occhiali si infilano prima di mettere i piedi giù dal letto la mattina e si tolgono quando si è già a letto la sera”.

Poi le lenti a contatto, durante l’adolescenza, che hanno chiamato gli occhiali da sole per evitare colossali mal di testa. Quindi un paio di occhiali da sole e un paio di occhiali da vista, in caso di emergenza.

Verso i venticinque anni, non tollerando più le lenti a contatto, sono tornata alle origini: di nuovo gli occhiali da vista, ma a questo punto i miei occhi non tolleravano più nemmeno di stare al sole senza protezione. E via, due paia: uno da vista e un altro da sole graduato.

Infine, l’operazione: libera! Solo occhiali da sole per qualche anno. Che meraviglia 🙂

Beh, è durata poco. Sono tornata a due paia di occhiali nella borsa: da sole e da lettura 😉

C’è un negozio di ottica nella mia città di cui, non per vantarmi, credo di essere azionista di maggioranza e che a breve mi dedicherà una targa, per ringraziarmi non solo delle cifre che ho elargito munificamente per anni, ma anche per aver convogliato lì anche Tuttobene e Il Cantastorie negli ultimi quindici anni.

Mai senza.

 

 

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in 99 necessità e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

25 risposte a Nr. 26 – Gli occhiali

  1. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Arrivato da poco agli occhiali da lettura, se li dimentico chiedo al ristorante un menu in braille ….

    • ogginientedinuovo ha detto:

      La mia dipendenza dagli occhiali è antica, invece, purtroppo!
      Quando ero miope, non potevo far niente senza occhiali, solo dormire…
      Adesso in realtà mi sento una “signora”: apro gli occhi la mattina e vedo 🙂
      Ecco, il menu o i bugiardini e le etichette, per sicurezza ho anche una lente di ingrandimento 🙂
      Buona giornata in miniera: quante video conferenze hai già fatto?

  2. momfrancesca ha detto:

    Io ho sempre avuto un brutto rapporto con gli occhiali, invece. Non li porto, solo quelli da sole, ma negli ultimi anni.
    Quelli da vista, ti dirò. Ero sempre gasata per avere 10/10. Un bel giorno, nel 2008, mi accorsi di non riuscire a leggere le ultime due righe delle lettere dell’oculista, e ci rimasi malissimo. Mi consigliò degli occhiali riposa vista, ma tu pensi che, sei anni dopo, li abbia mai messi?
    Ora, invece, inizio a non leggere bene… Sui vari device ho impostato caratteri cubitali “per non fregarmi la vista” dico io, in realtà è che non vedo più bene in piccolo ahah!
    Però, mettere degli occhiali, è come se perdessi una sfida (con chi poi, non lo so!) e per questo evito l’oculista, sapendo di sbagliare un sacco!

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Quando mi sono resa conto che non riuscivo a leggere senza sforzo, ho fatto finta di niente e ho iniziato ad allontanare i fogli o i libri… Ho comprato gli occhiali da vcino quando le braccia sono diventate troppo corte 😉
      E’ un momento topico, spartiacque. Ti capisco.

      • momfrancesca ha detto:

        Ahahah.. Ecco, anche io allontano per vedere. Amoremio mi dice: guarda che hai bisogno degli occhiali, quelli è il primo segno! E io: ma nooo, ci vedo benissimo! Smettila! Ahah

  3. Ma Bohème ha detto:

    Oh, anche qui separate alla nascita eh? La mia “glasses story” è simile alla tua, forse però un po’ più complicata.
    Miope praticamente da sempre, porto occhiali fino agli anni del liceo, passo alle lenti a contatto che saranno parte di me per anni e anni. Morbide, rigide, semi rigide, giornaliere … non mi sono fatta mancare niente. Il passaggio da un tipo all’altro dovuto al sopraggiungere dell’astigmatismo
    Mai problemi se non qualche occasionale congiuntivite fino al crac di una decina d’anni fa. Intolleranza totale.
    Intervento con sostituzione del cristallino che ha tolto la miopia ma non l’astigmatismo. Avrei dovuto fare un altro intervento con laser.
    Ebbene, resto con i miei amati occhiali, leggeri, carini.
    Ora con l’avanzare degli anni è arrivata anche la presbiopia che compensa il resto per cui leggo senza occhiali (anzi in mancanza della lente d’ingrandimento puoi chiamare me 😀 ) ma… il pc è un dramma. La media distanza è un disastro. Per cui occhiali progressivi solo per pc.
    In conclusione, tre tipi di occhiali: per vedere da lontano, per la media distanza, da sole graduati.
    E se tu sei l’azionista di maggioranza del tuo ottico, io proprio gli ho finanziato l’ampliamento del negozio 😀
    Ora caffè, poi giornatina niente male, e vorrei trovare anche il tempo per scrivere qualcosa …
    Una buona giornata carissima! 🙂
    Primula

    • ogginientedinuovo ha detto:

      😀
      Quello del miope è un mondo a sé, solo un altro miope può capire che cosa vuol dire non potersi depilare sotto la doccia o, in spiaggia, andare dal lettino all’acqua senza perdersi 😉
      A questo giro hai vinto tu: 3 occhiali a 2! Borsa grande, eh?!
      Buon caffè, carissma e soprattutto buona giornata 🙂

  4. vagoneidiota ha detto:

    “Mi passi gli occhiali?”
    “Quali?”
    “Quelli!”
    “Quelli, dove?”
    “Lì, sulla sedia. O almeno, quell’ombra che sembra una sedia…”
    “Vorrai dire quell’ombra che sembra un tavolo. Sei messa proprio male. Io comunque, marika, i tuoi occhiali non li trovo”
    Silenzio. Morricone nell’aria.
    “Marika? Ehm, vagone, io sono ognigiornotuttiigiorni. Va tutto bene?”
    Morricone nell’aria ed il rumore degli zoccoli di un cavallo lontano.
    “Cosa? Io… ma questa casa…scusa,non è via degli scipioni al 4?”
    “A dire il vero, no. Pensavo fossi venuto a prendere il caffè come ogni mattina, vagone. Problemi di vista anche tu?”
    Gli zoccoli sono piu vicini, l’animale nitrisce, poi si tranquillizza.
    “Cazzo! Ho messo le lenti per quando faccio le immersioni….”
    “Ah…capisco. il caffè forse è meglio se lo servo io. Prego accomodati su quell’ombra di divano”
    “Ecco…quello…io.”
    “Si. Si. Lo so, vagone. Anche se a te può sembrare la silhouette di un pescecane spiaggiato, ti assicuro trattasi di un divano”

    Cold – Maxwell

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Ah ah ah!
      Il vantaggio di bere il caffè nel web: possiamo farlo senza occhiali, sembriamo quasi normali 😉
      Sei riuscito a trovare il divano? Sei comodo? Ti sto allungando la tazzina di caffè, non urtarla… prendila… no quello è il mio naso… bravo! Non mollarla…
      Rilassati. Buona giornata, carissimo 🙂

  5. mia_euridice ha detto:

    Sono una “miopona”, come dice la mia oculista (a proposito: sabato visita di controllo).
    Porto gli occhiali da quando ho sette o otto anni. I miei occhi sono peggiorati gradualmente col tempo. Colpa dei libri, dice mio padre.
    E nessuna operazione.
    Mi barcameno tra occhiali e lenti a contatto.
    E vado avanti lo stesso…

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Io non volevo operarmi, avevo una paura folle. Poi, sette o otto anni fa, non ricordo, ho iniziato a diventare insofferente fisicamente nei confronti degli occhiali: mi faceva male il naso, le orecchie… non vedevo bene per la grande differenza di diottrie tra un occhio e l’altro… Mi sono fatta coraggio.
      E’ stata una specie di rinascita, una sorta di liberazione. Ora vedo 15/10. Mai provato Urrà 😀 Se apri la finestra, ti conto i capelli!

  6. Ho superato brillantemente l’esame per il terzo rinnovo della patente! Quindi da lontano vedo benissimo, da vicino, un disastro! Ho quattro paia d’occhiali scelti appositamente come montatura e stanghette non costosi, altrimenti ci si lascia un patrimonio dall’ottico. Uno è sempre in camera per computer, quotidiani, libri, il secondo è in cucina per le ricette, per guardare da vicino ciò che taglio con i coltelli, per guardare ciò che mangio, soprattutto alla sera quando gli occhi sono molto stanchi, per leggere i bugiardini. Il terzo nel cruscotto della mia C3, per quando sono via da casa e voglio leggere bene i prodotti da acquistare o il giornale che leggo al bar, quelli forse sono i più carini, essendo “gli occhiali da passeggio”. Il quarto e ultimo è nel cestino di legno a cassettini e mi serve per cucire e ricamare i miei amatissimi quadri a mezzo punto! Buona giornata e buone letture a tutti!

  7. Alice ha detto:

    Presente! Miope e astigmatica.
    Dopo i quaranta ho cominciato ad aver problemi da vicino (è un must, a quell’età non se ne può fare senza), ma da quando ho aumentato la gradazione da lontano, per leggere mi basta togliere gli occhiali. Credo di essere l’unica che toglie gli occhiali per firmare….
    Anche se non amo particolarmente gli occhiali, l’operazione mi fa paura e allora me li tengo.

    • ogginientedinuovo ha detto:

      E’ vero: per i miopi è sufficiente togliere gli occhiali! Non male 😉
      L’operazione faceva paura anche a me, però devo dire che, per quanto riguarda me, è stata davvero semplice e indolore!
      A presto 🙂

      • questi tipi di intervento agli occhi si fanno in uan città ben precisa? Noi da reggio emilia non andiamo in oculistica nel nostro ospedale, ma andiamo a….non mi ricordo dove! Secondo voi per il mio problema, (concordo che la vista da vicino ha cominciato a calarmi dopo i 40…) una volta operata, vedrei senza occhiali? O invecchianco ancora, come mio auspicio, il problema si ripresenterebbe? Grazie se qualcuno/a di voi saprà darmi delucidazioni perchè ci è già passato! Fabiana.

  8. Bloom2489 ha detto:

    Quanto ti capisco… la stessa storia! Solo che alterno occhiali e lenti a contatto a seconda delle circostanze 🙂

  9. ogginientedinuovo ha detto:

    Fabiana, non so quale problema di vista tu abbia.
    A me sono stati corretti chirurgicamente (con il laser) miopia e astigmatismo; l’intervento l’ho fatto privatamente con il mio oculista.
    Questo link ti indica i centri italiani convenzionati con l’ASL dove puoi fare questo specifico intervento: http://www.ok-salute.it/diagnosi-e-cure/09_a_centri-oculistica.shtml

  10. L'angolino di Ale ha detto:

    Anch’io lotto in continuazione con la vista! Gli occhiali non li sopporto e quindi metto sempre le lenti a contatto. Sto fuori casa circa 13-14 ore al giorno (di cui almeno 9-10 ore davanti al pc). Ti lascio immaginare come arrivo a casa! Ultimamente sto provando uno spray che si spruzza sulla palpebra..giusto per rinfrescare un po’ gli occhi ogni tanto, altrimenti mi si appiccicano le lenti all’occhio e…tanti saluti!

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Le lenti a contatto mi hanno salvato l’adolescenza, la vista e naso/orecchie 🙂 Non riesco a immagnare i tuoi occhi dopo tante ore al computer!
      Hai ragione: comunque la metti, è una lotta 😉

  11. Nuzk ha detto:

    Sempre avuto 11\10. Un po’ di astigmatismo che mi fa vedere 2 o 3 falci di luna alla volta ma così mi sembra più romantico… Occhiali da sole sempre che con gli occhi chiari altrimenti è una tragedia. Adesso è arrivata la presbiopia, peggiora velocemente…ieri ho infilato il filo nell’ago per caso, che da lontano vedere la cruna è un casino, così come beccare la fessura giusta visto l’astigmatismo… Prima o poi andrò dall’oculista…più poi…al pc vado ancora bene…Buona serata ognigiorno 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...