Il privilegio della trasparenza

Io penso a me stessa come a una persona privilegiata perché non ho necessità di valutare il mio prossimo per quanto possa servire a me e ai miei scopi, ma posso considerarlo semplicemente simpatico o antipatico.

Non è cosa da poco.

Non ho necessità di mantenere uno status sociale, non avendone uno, né ho necessità di accumulare denaro per comprare Porche Cayenne o BMW catamarani, essendo troppo bassa per poterli guidare. Non ho necessità di apparire più bella, più ricca, più affascinante, più colta, più socialite. Non ho necessità di raccontare ad alcuno che conosco Agnelli, che vado a cena con Draghi o che faccio la manicure al Sindaco dell’ultimo paesino della Provincia.

Sono libera.

I soldi che ho, pochi o tanti, li devo solo a me stessa; le prestazioni sanitarie di cui usufruisco all’ASL le ho tutte ampiamente pagate con le tasse che ho sempre versato fino all’ultimo cent; tutto quello che possiedo l’ho pagato in contanti sull’unghia; la cultura che ho, poca (no, qui “o tanta” non lo scrivo 😉 ) la devo solo ed esclusivamente al mio studiare; i lavori che ho sempre trovato, li devo esclusivamente alle mie capacità.

Gli amici che ho e a cui voglio bene sono persone che non mi servono: ho bisogno della loro compagnia, del loro conforto, delle loro risate, ma non mi servono.

Quando faccio un favore a qualcuno non penso che possa essere, un domani, moneta di scambio: lo faccio perché quel qualcuno me lo ha chiesto.

Io sono una persona privilegiata. Io sono una persona trasparente.

Non è cosa da poco.

 

 

Annunci

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

24 risposte a Il privilegio della trasparenza

  1. vagoneidiota ha detto:

    No.
    Non è cosa da poco.
    Accomodati, ti prego, umile e trasparente donna.
    Io maschio bianco (bhe non proprio bianco) penso al caffè.
    Tutto pagato. No te preocupes.
    Citizen cope – sideways

  2. Nuzk ha detto:

    Non è cosa da poco neanche nel piccolo della quotidianità. Il potere, di qualunque livello si parli (non c’è bisogno di essere un Draghi), influisce sulla trasparenza e molto. Bello questo post. Buon caffè e buon inizio settimana

  3. ogginientedinuovo ha detto:

    Vagone, vedi che ci ho azzeccato? Uomo arcobaleno 🙂

  4. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Sei una persona libera, non solo trasparente. Non è cosa da poco.

  5. mia_euridice ha detto:

    Ho sempre pensato che non si può perdere o farsi rubare o farsi invidiare ciò che non si ha o non si è.
    Minuscole memorabili fortune.

  6. Libera da pizzi e da pazzi, sincera ed obiettiva, schietta e dolce quando serve. Non devi dire grazie a nessuno, solo a te stessa. Che palle hai messo sù stamattina? In questo giornata umida ed antipatica hai le palle della Festa!! Mi piaci ancora di più! F.

  7. massimolegnani ha detto:

    è una bella trasparenza 🙂
    ml

  8. Sei privilegiata e libera perché hai scelto di esserlo.
    A volte le persone costruiscono le proprie catene.
    Buona serena trasparente settimana 🙂

  9. Ma Bohème ha detto:

    Una grinta straordinaria. E non serve aggiungere altro. 🙂
    Un forte abbraccio :-*
    Primula

  10. paroledimaru ha detto:

    Leggo questo tuo solo ora e ancora una volta sono in totale sintonia. Non dover dir grazie a nessuno rende liberi. E non c’è dubbio che si tratta di una sensazione meravigliosa. Buonanotte cara!

  11. flampur ha detto:

    Sai che c’è? A volte, a essere troppo trasparenti, non ci si riesce neanche più a specchiarsi, al mattino. Si rinuncia a un’identità che deve difettarsi almeno un minimo. Altrimenti siamo fuori concorso, si. Ma anche impossibilitati a dire la nostra. Una qualsiasi nostra. 😉

    • ogginientedinuovo ha detto:

      E’ Vero. Ma io difetti ne ho, parecchi… non ho questi. Mi sono sentita usata per l’ennesima volta e riflettendo sui perché sono arrivata qui.
      Io non uso gli altri per i miei scopi. Faccio n-mila altre cose, ma questa no.
      E sono contenta per questo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...