Long live, Reyhaneh Jabbari! – La storia di una vita e un omaggio.

Pubblicato qui, mi permetto di ribloggarlo.

E’ morta perché era una donna, ancora una volta; è morta perché non ha accettato di essere abusata, ancora una volta.

Mi viene da piangere, ancora una volta.

Quousque tandem, homini, abutere patientia nostra?

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Long live, Reyhaneh Jabbari! – La storia di una vita e un omaggio.

  1. Ma Bohème ha detto:

    Questa mattina ho sentito la notizia alla radio, al GR dell 9. La comunicazione d’agenzia era così fredda che davvero mi si sono riempiti gli occhi. E io piango raramente. Avrebbe potuto evitare questa morte ritirando la denuncia di stupro o tentato stupro (cosa cambia? gli avvocati dell’accusa hanno insisitito su questa distinzione 😦 ) ma lei ha continuato imperterrita. Una grande donna, due volte vittima.
    Una buona serata carissima, nonostante queste tristezze.
    Primula

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Finché una donna, anche una soltanto, sarà in pericolo per il semplice fatto di essere donna, il mondo non sarà un bel posto dove vivere.
      Finché un uomo, anche uno solo, penserà di poter costringere una donna a concederglisi, usando violenza fisica o psicologica, per il semplice fatto di essere uomo, il mondo non avrà raggiunto la soglia minima di civiltà.
      😦

  2. massimolegnani ha detto:

    c’è qualcosa di più grave e di più doloroso in questa impiccagione rispetto ai femminicidi di casa nostra: questa volta è lo Stato in persona a uccidere una donna, innocente e vittima.
    ml

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Hai ragione.
      Nel mondo ci sono troppi Stati nei quali una donna può essere messa a morte, sostanzialmente, perché è donna, troppi Stati nei quali le donne non valgono assolutamente nulla e quindi usarle, abusarle o ucciderle non ha alcun significato.
      Questi Stati hanno una grande responsabilità nel rallentare il mondo sulla via del cambiamento, molto grande: finché uno Stato, anche uno solo, considererà le donne oggetti senza diritti e senza anima, ci sarà sempre da qualche parte nel mondo un uomo che penserà di poterle usare e si sentirà avallato nei suoi comportamenti.

  3. Maurizio Vagnozzi ha detto:

    Mi è arrivato stamattina presto l'”alert” della BBC. Ho sentito immediatamante tanta tristezza ma molta rabbia: quousque tandem ….

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Tristezza e rabbia. Rabbia e tristezza. Per Reyahneh. Per le donne yemenite, per le donne afghane, per le donne somale, nigeriane, arabe, irachene, per le donne indiane, del Bangladesh, di Myanmar. Per la donna lapidata da suo padre. Per quelle costrette a sposarsi a 12 anni e a partorire a 13 rischiando la vita.
      Non bastano le lacrime per piangere le vite infami e le morti assurde di troppe donne nel mondo.

  4. mia_euridice ha detto:

    Un omaggio davvero speciale, il tuo.
    Grazie.
    Da donna a donna. E per chi, da donna, ha pagato con la propria vita.

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Forse parlarne non serve a niente o forse serve a qualcosa, non so.
      Le donne, tutte quelle che soffrono perché sono donne, me le porto nel cuore: persone meravigliose che, senza alcuna ragione, vengono umiliate, offese, picchiate, bruciate, usate, abusate, torturate, segregate, uccise.
      Io non ci arrivo con la ragione, è per questo che me le porto nel cuore.
      Ogni donna che non possa essere persona è motivo di sofferenza.
      Voglio continuare a dirlo.
      Grazie a te ❤

  5. linda ha detto:

    Una donna piena di dignità, in un mondo di maschi feroci a tutte le latitudini.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...