E che le nuvole siano piene di poesia…

Che mondo,
dove i fiori di loto
vengono arati e trasformati in campo

Issa (1763-1828)

Non si può non cogliere un invito a diffondere poesia: Nuvole sparse tra le dita ha lanciato un sasso nello stagno!

loto1

Perché la poesia in una manciata di parole racconta, descrive, suscita, penetra, commuove, rallegra, invoglia, consola, incoraggia.

In che mondo viviamo? Un mondo in cui la bellezza viene distrutta? Che mondo abbiamo costruito? Un mondo in cui la bellezza non ha dignità?

Il loto è simbolo di illuminazione, di crescita spirituale, della capacità di non farsi contaminare dalle lordure del mondo.

E allora, che mondo abbiamo voluto?

Un mondo in cui la bellezza del fiore di loto viene distrutta per far spazio alla pragmaticità dei soldi.

poesia

La poesia non è una cosa morta, ma vive una vita clandestina.
 Edoardo Sanguineti
Annunci

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Leggiamo! e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a E che le nuvole siano piene di poesia…

  1. nuvolesparsetraledita ha detto:

    L’ha ribloggato su Nuvole sparse tra le dita.

  2. nuvolesparsetraledita ha detto:

    Nuovo giorno, nuova poesia… E che poesia, che riflessioni! Sarebbe di certo piu’ bello il mondo se tutti facessimo nostra norma di vita la poesia scelta da te… Buongiorno, ogni giorno tutti i giorni, grazie!

  3. Ma Bohème ha detto:

    Grazie per questi versi! Sono davvero bellissimi e sembrano scritti oggi. Impareremo mai dalla Storia prima o poi?
    Un serena giornata carissima nonostante pioggia e vento. 😊
    Primula

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Mi ha colpita il periodo: 200 anni fa! E l’avevano già capito che non va bene e stiamo ancora spianando foreste per far soldi…
      Non so se mai la Storia ci insegnerà qualcosa…
      Buona giornata a te, nonostante pioggia e vento 🙂 [pure qui]

  4. massimolegnani ha detto:

    c’è una profonda contraddizione nella nostra società: da una parte si basa sul mito della bellezza, ma una bellezza esteriore, omologata, spesso artificiosa, dall’altra trascura o distrugge la bellezza quando intralcia i propri piani o quando questa va cercata un poco più in profondità.
    ml

    • ogginientedinuovo ha detto:

      Già, siamo contraddittori. Abbiamo appiattito tutto. Ridotto la gamma di sensazioni. E quel poco che si è salvato è spesso, appunto, omologato e artificioso. E comunque, ciò che conta in primis è sempre il denaro. Ecco: abbiamo creato la bellezza del denaro 😉
      Peccato!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...