25 Aprile 1994

Liberazione.

Ogni persona e ogni popolo ha i propri simboli. Perché ogni individuo e ogni popolo hanno la propria Liberazione.

Dall’oppressione, dalle catene, dalla miseria, dal giogo, dal male, dai genitori, dal coniuge, dai figli, dal lavoro; grande o piccola, poco importa: tutti abbiamo provato il sollievo della ritrovata libertà, prima o poi 🙂

La mia Liberazione simbolica è quella del 25 Aprile 1994: mai data fu più azzeccata!

Due automobili cariche di suppellettili e di giovani adulti, una città abbastanza vicina, un appartamento arredato, un lavoro (quasi) nuovo, pizza e risate.

Quel giorno sono andata a vivere da sola. Quel giorno mi sono liberata e ho ritrovato la libertà. Libertà di essere, di fare, di muovermi.

Una libertà istintiva che ogni individuo sente di avere da qualche parte dentro di sé, di cui sente di avere necessità, a cui tende.

La mia Liberazione mi ha dato sollievo, mi ha fatto toccare una parte di quella libertà innata. Mi ha anche tolto gli amici che mi hanno aiutata a fare il trasloco liberatorio.

Strana la vita. Ma la libertà ha un prezzo. La libertà paradossalmente è fatta anche di compromessi.

La libertà è anche delicata, va protetta, va difesa.

Che sia individuale o collettiva, che sia di una singola persona o di un intero popolo, va coltivata ogni giorno tutti i giorni.

Festeggiare il 25 Aprile significa anche rinnovare la consapevolezza che la libertà non è data una volta per tutte, che la libertà costa fatica e spesso lacrime, che la libertà può esaurirsi lentamente senza avvenimenti eclatanti, che a volte prima di rendersi conto di averla persa passa del tempo, che tornare a conquistarla è un’impresa non semplice, non lineare, dolorosa, faticosa.

70 anni sono passati da quando l’Italia ha ritrovato la sua libertà: è un tempo lungo per la memoria, un tempo pieno pieno di tanti fatti, di tante minacce, di tanti cambiamenti, un tempo che affievolisce il ricordo della mancanza di libertà.

Per questo motivo, per tenere alimentata la memoria di che cosa significa non essere liberi il 25 Aprile continuiamo a festeggiare la Liberazione. Noi italiani e io personalmente, perché tutti i motivi sono nobili e tutte le mancanze di libertà, un po’ si assomigliano.

Annunci

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

8 risposte a 25 Aprile 1994

  1. Ma Bohème ha detto:

    Ottime riflessioni. La libertà va nutrita, alimentata. Forse noi che abbiamo sempre vissuto nella libertà ci prendiamo il lusso di non coltivarla a dovere.
    Buon 25 Aprile carissima! 😊
    Primula

  2. Nuzk ha detto:

    Com’è vero quello che scrivi. Ogni piccola libertà è una conquista ma va anche mantenuta, adattata ai nostri mutamenti, rivista per come cambiamo noi, nel tempo. Spesso le piccole libertà conquistate le si dà per acquisite e scontate ed è proprio in quel momento che iniziamo a perderle di nuovo, mentre scivoliamo nell’abitudine delle sicurezze. Buon 25 aprile e grazie per queste tue riflessioni.

    • ogginientedinuovo ha detto:

      E’ umano accomodarsi nelle abitudini delle sicurezze 🙂 però paradossalmente la sicurezza apre varchi di pericolo; non possiamo certo stare sempre in tensione, ma fermarci a ricordare ci fa bene!
      Buon 25 Aprile a te, carissima!

  3. Alice ha detto:

    Già, troppe cose diamo per scontate.
    Buon 25 aprile!

  4. Drimer ha detto:

    La libertà della persona non è in discussione, se viene negata va presa (o ripresa) a tutti i costi, anche alla faccia del vivi e lascia vivere.
    Buon 25 aprile e anniversario 😉

    • ogginientedinuovo ha detto:

      A volte penso che la verità che dici sia imprescindibile in teoria, ma non nei fatti: ascoltiamo sirene ammaliatrici che possono portarci lentamente, senza che ce ne rendiamo conto, in situazioni di servitù, se non di schiavitù.
      Non sempre è facile riconoscere in tempo ciò che toglie la libertà. Bisogna stare molto attenti 🙂
      Buona settimana, carissimo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...