Una pratica onesta

Mi sono sempre scusata quando ho sbagliato o quando ho ferito o mal interpretato, mi sono sempre scusata ogniqualvolta ho avuto la sensazione che il mio comportamento avesse ferito qualcuno o provocato danni, piccoli o grandi.

Mi è stato insegnato a scusarmi e sono cresciuta frequentando il catechismo Cattolico intriso di peccati e del loro perdono nella Confessione.

Però, a mano a mano che il tempo passa, la (buona) pratica del chiedere scusa perde significato: temo che, da quanto vedo, spesso sia un pro forma.

Scusarsi ha un senso se si capisce di essere stati in fallo e se si cerca di non ricadere più nello stesso errore.

Se scusarsi diventa un riflesso automatico, per rabbonire l’altro, che valore ha?

Personaggi pubblici che abbozzano scuse o giustificazioni per comportamenti che hanno fatto danni, mi risultano palesemente falsi, soggetti ad un rito formale e nulla più.

Persone che conosco che buttano lì scuse o giustificazioni per comportamenti offensivi o malevoli, mi risultano totalmente false, soggette ad un rito formale e nulla più.

Perché il punto non è: “Faccio quello che voglio tanto poi mi scuso, tanto poi mi confesso”, il punto è che facciamo del nostro meglio e magari, a volte, purtroppo sbagliamo.

Allora io preferisco che non mi si chieda scusa, sul serio. Perché quando non ci si crede, si sente: nella voce, nell’espressione del viso, nella postura.

Lasciate perdere, siate schietti: “Ho fatto quello che volevo, e non mi importano le ricadute sugli altri”.

Più onesto.

 

Informazioni su ogginientedinuovo

Quando una donna si sveglia, le montagne si muovono Proverbio cinese
Questa voce è stata pubblicata in Pensieri. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Una pratica onesta

  1. miaeuridice ha detto:

    Spesso si cercano alibi e autoassoluzioni.
    Le scuse autentiche sono rarissime.

  2. Fabiana ha detto:

    ne parlavo giusto ieri sera a cena con mio marito. In pochissimi chiedono scusa, ammettendo perciò l’errore commesso. siamo diventati una società di maleducati e supponenti, dove crediamo che ogni cosa ci sia dovuta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...