Era un freezer, adesso è un forno

Ehi tu!

Se il 31 maggio ho bisogno del maglione e il 1 giugno del costume da bagno, come porccoggggiuda faccio a fare il cambio di stagione?!

Ma io sono Wonderwoman?!

Ti avviso: se quando avrò finito il cambio di stagione mi fai tornare freddo o pioggia, giuro, Michael Douglas in Un giorno di ordinaria follia non sarà nessuno…

Pubblicato in Pensieri | 2 commenti

Casa

“Casa editrice”: ho letto queste parole n-mila volte, le ho dette, le ho pensate, ma non avevo mai fatto caso a che cosa dicono.

Dicono che questo tipo di azienda è una casa, ma ci pensate?

È poetico che sia una casa a far vedere la luce alle storie, e che un’azienda sia poetica mi fa sorridere.

Non l’avevo mai vista in questo modo.

 

Pubblicato in Pensieri | Lascia un commento

Ho un futuro da eremita

Metto in affitto un piccolo appartamento, arredato da cima a fondo, risolvo problemi all’inquilina, faccio concessioni, glielo svuoto per metà perché non le piace questo e quello, ristrutturo quello che c’è da ristrutturare, metto la cucina nuova.

Vuole mettere la lavastoviglie; ok, le dico, fai i collegamenti tu però.

Ora vengo cazziata dal suo idraulico e da lei perché il tubo che porta l’acqua nell’appartamento è troppo vecchio e non si può collegarci il caricamento dell’acqua della lavastoviglie: “Perché quel tubo non è stato cambiato?!”

Io:

3D Character stuck under giant red question mark

PERCHÈ QUEL CAZZO DI TUBO NON SAPEVO NEANCHE CHE ESISTESSE, PERCHÈ È VECCHIO MA FUNZIONA, PERCHÈ HO FATTO DI TUTTO PER TE INQUILINA E NON C’È NESSUN BISOGNO DI ABBAIARE OGNI VOLTA CHE APRI BOCCA!

Prossima tappa, eremo.

Pubblicato in Uncategorized | 6 commenti

Dicevo?!

Dicevo che per non smentirsi mai, l’anno in cui La Filosofa deve scegliere l’Università e vuole sceglierla in Gran Bretagna, i nodi della crisi e di Brexit vengono al pettine.

Il tempismo, signoramia, è tutto!

La ragazza aveva fatto domanda in tre Università,  ranking dal più che buono all’ottimo (se si fa fatica, meglio farla per qualcosa, tipo un nome prestigioso che faccia curriculum…), a ragion veduta circa le sue possibilità e sostenuta dai professori che credono sia una studentessa che ha le capacità per frequentare quel tipo di Università.

Ma. Nessuna delle tre Università le ha fatto un’offerta.

È indubbio che ci sono carriolate di studenti migliori di lei, figuramoci!, però The Guardian scrive a proposito delle immatricolazioni del 2019 e le correla alla crisi; io penso anche che in fondo con l’enorme punto interrogativo di Brexit le Università britanniche, in particolare quelle scozzesi, si garantiscono introiti più alti immatricolando studenti extra-UE… Forse, è possibile che ipoteticamente nel 2010, toh! chenneso, la ragazza forse sarebbe stata presa?

Alla fine, tutto quello che la politica fa (o non fa) si ripercuote su ogni singolo cittadino.

Càpita che nella vita sia necessario fare un reset, re-impostare alcune coordinate e La Filosofa lo sta sperimentando.

Aveva progetti di studio che prevedevano questo percorso anglosassone per prendere da subito una direzione ben definita. Ora deve ricalcolare il futuro prossimo.

È delusa, ma ha dimostrato capacità di adattamento e maturità: si iscriverà, molto probabilmente alla Statale di Milano e immaginerà un nuovo percorso.

 

Pubblicato in Pensieri | 4 commenti

Scavare contro ogni buonsenso

Ho letto Benevolenza cosmica di Fabio Bacà. Mi lascio trasportare da Internet e da chi si muove nel mondo dell’editoria, trovando perle da conservare, a lungo.

Perché a parte l’uso della lingua, non banale, del tono elevato che rimane comunque credibile, è la storia che mi ha affascinata.

Recita il risvolto di copertina:

“(…) la vita è una faccenda incomprensibile e nessuna religione, superstizione o legge fisica è in grado di spiegarne il significato.”

E allora perché ci affanniamo? Perché ci ostiniamo a voler capire?

Perché è necessario, è funzionale a far passare la Vita, a perpetuarla.

Pubblicato in Pensieri | 2 commenti

Rassicurante e spaventoso

“Il pensiero ogni volta che qualcuno s’allontana è che in qualche modo abbia ragione, mi abbia vista così, come sono, niente di che e un po’ inadeguata al mondo. Non so se questo senso di rincorrere un’altezza passa mai. (Piove tanto, che fatica.)”
Giulia Passarini @siufille – Twitter

L’ho sperimentato, più volte. E non sempre pioveva.

Trovare pezzi di sé in Internet è al tempo stesso rassicurante e spaventoso.

Pubblicato in Pensieri | 6 commenti

Repetita iuvant

Non so se in questo spazio, nel corso degli anni, si sia capito quanto, QUANTO io dia importanza alla Scuola, come luogo fisico e mentale, emotivo ed educativo…

La Scuola è un luogo privilegiato, che ribolle di vita e di progettualità, un luogo incantato in cui si formano donne e uomini, cittadini che una volta adulti reggono sulle spalle una Nazione, ognuno nel proprio ruolo.

Dal Nido all’Università, è tutta Scuola: è vita, è palestra, è laboratorio.

Mi piace vedere progetti a Scuola, modi diversi e diversificati di affrontare l’apprendimento, sono felice quando vedo amore per la trasmissione del sapere e quando vedo ricercare maniere differenti per andare incontro alle individualità dei ragazzi, sostengo le idee che portano al suo interno strumenti nuovi per abituare al pensiero critico.

Adesso, non so se si riesca a capire quanto io mi senta ferita e sconcertata per quanto successo alla Prof.ssa Dell’Aria.

“Sia fiera dei suoi studenti”

ché in tanti siamo fieri di lei.

 

P.S.  Temo di dire sempre le stesse cose, ma temo di averne bisogno

Pubblicato in Pensieri | 2 commenti

Due vite

Faccio questa cosa, in maniera ricorrente.

Vivo per un periodo in modo oculato, sto attenta a quello che spendo, ci penso ci ripenso, segno le spese e mi rendo consapevole di quanto costa vivere; poi all’improvviso stacco tutto e vivo alla giornata senza farmi sfiorare dal pensiero dei soldi, compro libri e pantaloni alla Deauville, serena come una pozza d’acqua senza increspature, prenoto estetista e parrucchiere, esco a cena con gli amici.

Sono una dissociata, non pericolosa al momento, ma decisamente dissociata.

Pubblicato in Pensieri | 4 commenti

Responsabile di me

Ho letto La tua seconda vita comincia quando capisci di averne una sola di Raphaëlle Giordano.

È un romanzo, ma è anche un eserciziario perché “non è mai troppo tardi per essere felici”.

Racconta una storia semplice, esemplificativa; è scorrevole e si legge volentieri; fa bene nella sua semplicità e nella sua immediatezza.

Mi ha ricordato, perché ho bisogno che qualcuno o qualcosa mi ricordi spesso le ovvietà, che sta a me usare corpo e mente per camminare sulla sponda positiva della vita.

Mi ha ricordato che agire, fare, esercitarsi alla positività è il miglior antidoto alle spirali mentali negative a cui, merde!, io sono grandemente incline.

E il filo rosso delle cose che capitano, che scelgo, a cui tendo istintivamente, si dipana anche nelle letture: mettere a posto le tessere del puzzle.

Pubblicato in Leggiamo!, Pensieri | Lascia un commento

Mela-mania

Ho la mania dei dolci con le mele. Le torte di mele, di qualsiasi tipo, foggia, ideologia, provenienza mi affascinano.

La cosa buffa è che io non sono golosa di torte…

Però, immancabilmente, quando leggo la ricetta di un dolce con le mele, la devo provare. Così.

apple_plumcake

Ecco l’ultimo nato: Plumcake sofficissimo alle mele da Il Cucchiaio d’Argento, una bontà 😀

Sono riuscita a raccogliere tutti gli ingredienti prima di iniziare, a seguire la ricetta senza fallire, a capire quando sfornare: tutte cose che per me non sono per nulla scontate…

Pubblicato in Pensieri | 6 commenti