Archivi tag: gioco

Q come… quercia

Un paio d’anni fa ero alla ricerca  di un regalo di compleanno per Tuttobene. Per me un regalo, per essere un vero regalo, deve essere assolutamente inutile. Quindi, insomma, ero alla ricerca di un regalo originale, inutile, a buon mercato … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri | Contrassegnato , | 12 commenti

Gioco con l’alfabeto

Uhh, che lettera rognosa Q   Quaderno   quadra   quadrato   quadrifoglio quadrivio qualcosa   qualcuno qualità    quandunque    quartetto quartiere quasimodo   quercia    quiete quisquilia quotidiano  Talmente rognosa che WordPress non mi ha preso i caratteri soliti dal copia-incolla… Oggi scelgo la parola … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri | Contrassegnato , | 17 commenti

P come… perbene

Mio padre è sempre stato un uomo perbene. Lo è sempre stato e lo è ancora oggi. Non può essere diverso. Essere perbene è una condizione di vita, intera. Nella persona perbene non c’è spazio per i tentennamenti, per i … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri | Contrassegnato , , | 7 commenti

Gioco con l’alfabeto

Lettera P come Peyroux, Madeleine: quanto mi piace la sua voce! Mi culla e mi coccola. Pacato   pace  paciugo  pagella  palla paltò  pappa paradosso   parallela    pari parodia passaggio    paternità  pazienza   pensiero perbene permanere    persona  pianoforte   piccolo   pietà pigrizia     … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri | Contrassegnato , | 20 commenti

O come… oggi

Ci sono degli oggi speciali, degli oggi in cui accade qualcosa di memorabile, ma ci sono più spesso degli oggi qualsiasi, che non ricorderemo, un’infilata di avvenimenti-non-avvenimenti. E invece dovremmo ricordare ogni oggi, anche quello più insipido, perché oggi è … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri | Contrassegnato , | Lascia un commento

Gioco con l’alfabeto

Tredicesima lettera dell’alfabeto, la lettera O Obbedire   obelisco   oblio oca occasione   occidente oceano offerta  oggi    Olimpo  olla    ombra   onda onestà onorare     opale  opinione    oracolo ordalia origine oro    orologio      osare ospite ossigeno otto La parola … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri | Contrassegnato , | 16 commenti

N come… nascere

E’ facile e difficile al tempo stesso, nascere. E’ un atto indipendente dalla nostra volontà e nonostante questo è per noi fondamentale. E’ un atto che ci porta da una condizione nota e protetta verso una situazione ignota e disturbante, … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Gioco con l’alfabeto

Ci avevano promesso neve per stanotte. La stagione è indecisa tra il tepore primaverile e la sua vocazione tradizionale al freddo pungente. Ma pare di n0, niente neve finora. Comunque siamo alla lettera N Nadir  nanna   narrare  nascere   nastrino … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri | Contrassegnato , | 8 commenti

M come… montagna

La parola montagna non c’era nella lista di parole con la “m”, che svista! Sì, perché a me la montagna piace tanto, sia d’estate che d’inverno; montagna montagna, le Alpi, intendo: sono bellissime ovunque, non importa dove si vada, i … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri | Contrassegnato , , | 7 commenti

Gioco con l’alfabeto

Magari mangiando molluschi, mozzarelle mi mantengo magra: miglioro mente,  muscoli mentre micio miagola. Mi manca M Macché macchinista madera madreperla magma maiuscola maldestro malerba malìa mamma mano mare maschera mattino mela memoria mentore merlettaia mestiere migrante miniatura mio miseria mistero … Continua a leggere

Pubblicato in Pensieri | Contrassegnato , | 7 commenti